Perché scegliere di isolare con la canapa?

canapa

L’isolamento in canapa può essere una scelta ecologica e sostenibile per diverse ragioni.

In primo luogo, la canapa è una pianta che cresce rapidamente e può essere coltivata senza l’uso di pesticidi o fertilizzanti chimici.

Inoltre, durante il processo di produzione dell’isolamento in canapa, viene utilizzata poca energia e vengono emesse poche emissioni di carbonio. Inoltre, l’isolamento in canapa è un materiale altamente performante dal punto di vista termico e acustico.

È in grado di mantenere una temperatura costante all’interno dell’edificio e di ridurre il rumore esterno. Inoltre, è resistente all’acqua e all’umidità, il che lo rende adatto per l’utilizzo in zone o ambienti umide o in presenza di condense. L’isolamento in canapa è realizzato a partire dalla fibra della pianta di canapa, che viene trasformata in un materiale con densità e spessori necessari per completare il progetto.

Esistono diverse tipologie di isolamento in canapa, ma in generale questo materiale viene utilizzato per isolare gli edifici sia a livello termico che acustico.

L’isolamento in canapa ha un elevato potere isolante, sia in estate che in inverno, grazie alla sua capacità di trattenere l’aria calda o fredda all’interno dell’edificio.

Inoltre, è un materiale traspirante, il che significa che permette all’aria di circolare all’interno dell’edificio, contribuendo a mantenere una buona qualità dell’aria interna.

Infine, l’isolamento in canapa è un materiale traspirante, il che significa che permette all’aria di circolare all’interno dell’edificio, contribuendo a mantenere una buona qualità dell’aria interna.

Questo lo rende particolarmente adatto per l’utilizzo in edifici con un elevato tasso di umidità, come le case in legno. Infine, l’isolamento in canapa può essere facilmente smaltito al termine del suo ciclo di vita, contribuendo a ridurre l’impatto ambientale.